432 HZ tuning

432 Hertz

Diapason
Diapason

Before going on to explain what is the frequency at 432 Hertz I hope that at the end of the article you find the desire to deepen independently the research of this topic, so you need to acquire some more detailed information about the “suppression” of specific information about music in general, starting from the basic instrument of the measure: the Diapason. Although this is a very well-known tool, both to newcomers and non-musicians, it is practically unknown, so it is good to remember what it is and why it is so important in this sound revolution. The term Diapason has different meanings, but more commonly indicates an instrument, which if struck, is able to generate a standard note, which oscillates at the precise frequency of 440 Hz (herz). Frequency that today is adopted for the standard tuning of all electronic musical instruments, which are put on the market.
It is also a tool used in medicine, to perform several acoustic tests. Small tuning forks have also been used for the generation of fixed frequencies, in some security systems, such as those of trains on our railway networks. The Greeks instead used the term diapason to indicate what is today called octave, or the interval between a note and the other of double frequency. The etymology of the term derives from the Greek “dià pasòn”, and means exactly: through all (the notes). Therefore, before beginning to grant our instrument we should understand that the Diapason is first and foremost a scientific instrument. Or at least it should!

The so-called “scientific diapason” was approved unanimously at the Italian musicians’ conference of 1881, and proposed by physicists Sauveur, Meerens, Savart, and by Italian scientists Montanelli and Grassi Landi, and was calculated on a central DO of 256 cycles per year. second. The “race to the sharp” began instead with the unilateral adoption of a higher LA (at 440 Hz) by the Russian and Austrian military bands, at the time of Wagner. This diapason was accepted by convention in London in 1939, without giving any scientific justification, and from there on all became uniform.
What has been done, then, is a deliberate alteration of the frequencies, which has consequently led to a forced crack in the musical harmonies. Why was this done? It could be a simple choice dictated by taste, or the possibility remains that there are hidden motivations.

Science today tells us that in the Universe everything is energy in vibration. The vibratory rhythm of an object, including the human body, is called “resonance”, while a sound is “the vibration of an elastic body, which is transmitted to the surrounding element (air), and propagates by vibrating with sympathy, not only with the instruments of the same note, but also with multiples and submultiples of its frequency “. On the basis of what has been said so far, it is possible to hypothesize that the disharmony dictated by a too acute diapason can be one of the causes of the many antisocial behaviors present in our society. Suffice it to say that about 99% of the musical productions that we hear daily through the media, in phonographic supports (CD / DVD) and in the network, have a base at 440 Hz.
Graham H. Jackson, “Steiner” musician and teacher, spent most of his life searching for the spiritual foundations of harmony. In his book “The Spiritual Basis of Musical Harmony”, Graham recounts the life and experiences of the “tuning priestess” Maria Renold. Maria was engaged in a research and experimentation based on the study of the different tunings, and the related objective effects found on the public. The musician says that when his piano was tuned to 432 Hz, the bystanders not only observed an increase in the richness of the timbre and the quality of the tone, but also that the sound seemed to come from some unspecified points in the middle of the room, rather than piano itself. This refers to the famous “free etheric tone”, often quoted by Rudolf Steiner. A sort of additional harmonic, which would operate in resonance with the instrument.

During some musical experiments, Maria Renold also noted that through the normal standard pitch based on a 440 Hz LA, listeners in the room began to assume polemical and antisocial behavior. On the other hand, when the pitch was at 432 Hz, the same people, once again invited to listen to the same piece, remained pleasantly affected this time. For over twenty years Renold, interviewing and testing more than two thousand people, was able to see that over 90% of subjects preferred a priori the lowest tone, formed by a normal scale based on a 256 Hz DO and on an LA at 432 Hz.
Today, electronic musicians from all over the world are finally exchanging the necessary information, which combines Fractal’s musical theory with 432 Hz tuning, so that they can begin to compose their music in a coherent manner and in harmony with the human heart (heartbeats), the double helix of DNA (replication frequency), the bi-hemispheric synchronization of the brain, the fundamental frequency of Schumann resonance, and the musical geometry of “creation”.

THE NAZISTS HAD DISCOVERED THAT 440 HZ STIMULATES AGGRESSIVITY

Laurent Rosenfeld wrote the article “How the Nazis ruined musical tuning”, published in the September 1988 issue of the journal Executive Intelligence Review. Rosenfeld noted that it was Radio Berlin, spokesman for Nazi propaganda minister Joseph Goebbels, who organized a conference in 1939 to solicit the 440-hertz standard. This conference laid the foundations for the 1955 decision to officially establish this standard.
Goebbels had already approved this tuning as a standard for Germany, but it was already widespread at the time of the Wagnerian military bands. According to some scholars, the choice of 440 hz was the result of research in which it was found that 432 hz generally relaxed the minds, while 440 hz were able to trigger more violent reactions among soldiers’ troops.

432 HERTZ

Through the tuning of the LA to 432 we get to a Cd of 256Hz, and within this scale 8 Hz become the 27th supra of DO. For the principle of harmonics according to which multiples and submultiples of that frequency are added to a produced sound, the Do’s of the other octaves will begin to vibrate by “sympathy”, naturally resonating the frequency of 8Hz.

8 HZ AT THE BASE OF LIFE

  • 8Hz is the fundamental “beating” of the planet, known as “fundamental resonance of Schumann cavities”;
    8 Hz is the frequency on which the molecule of DMT operates, a hallucinogenic substance produced by our pineal gland;
    8 Hz is the frequency of replication of human DNA and 8 Hz is also the rhythm of the brain’s Alpha waves in which our “parallel processors”, or bi-hemispheres of the brain, are synchronized to work together;
    From Kepler’s laws, we know that the planetary arrangement of our solar system follows the 256 Hz DO tuning scale, and the latter are even an octave within Sierpinski’s Triangular Fractal.

8 HZ AND AWAKENING OF HUMAN FACULTY

Ananda Bosman states that the neocortex, for 90% “unassigned”, is awakened in this synchronization, operating in all cell dentrals with the maximum information flow for that scale. “Ordinary” awareness waves vary from 14 to 40 Hz. In this range only a few brain cell deregulations that predominantly use the left hemisphere as the center of activity, where the information flow is billions of times weaker. A bit like when using an old 386 processor compared to a latest generation Pentium. In other words, at 8 Hz each of us could operate exactly like a super-computer as explained in The Power of 8Hz – Development faculty and exceptional perceptions.

432 HZ: NATURAL AGREEMENT, FROM MOZART TO PINK FLOYD

Many researchers and musicians have experienced this benefit so much to support vigorously that the Natural Tuning is given only by synchronizing on the LA at 432Hz. This frequency already belonged to the human past (see ancient Greek and Egyptian instruments) was replaced by the common 440Hz in 1953 in London (after the attempt of the Nazi propaganda minister Joseph Goebbels, in 1939, to obtain the same result).

Mick Jagger
Mick Jagger

Many supporters of the so-called tuning aurea: from Mozart to Pink Floyd to Mick Jagger, singer of the Rolling Stones at an international level, while in Italy from Ananda Bosman, Flavia Vallega, Andrea Doria to Riccardo Tristano Tuis. It was also supported by Verdi, and more recently by Pavarotti and Placido Domingo.

Giuseppe Verdi
Giuseppe Verdi

Giuseppe Verdi in a letter of 1884, addressed to the musical commission of the Italian government, which was unsuccessful in his attempt, spoke of a reduction that he too would have seen, from the “normal” chorus of 435Hz to a 432Hz chorister , writing in this regard a sentence of considerable importance: “for mathematical needs”.
Maria Renold (1917 – 2003) in his interesting work entitled “Intervals, Scales, Tones and the Concert pich C 128Hz”, in which with data of great charm and scientific richness in Pythagorean terms among other vital information the 128Hz and 432Hz leading the reader to the fruits of his multi-year research, indicating the importance of LA 432Hz.
In concerts performed with instruments tuned to the La at 440 Hz, listeners assumed polemical, antisocial attitudes. But the same listeners, invited to listen to the same concert, this time performed with instruments set on a La 432 hz, they acquired a positive attitude, if not enthusiastic.
Not only that, 9 out of 10 listeners appreciated more the second concert, even if they did not know how to indicate the reason.

MUSIC AT 432HZ HEALS

Many doctors and scholars assert that the reason a part of the body becomes ill is because its frequency has changed and, consequently, the body vibrates in a disharmonic way. According to these scientists, being healthy is a harmonious vibrating in unison. If the correct resonance frequency of a healthy organ is known and projected onto the diseased part, the organ can return to its normal frequency and then heal. If, on the contrary, a disharmonic frequency is projected onto a healthy body, it becomes ill.

432 HZ tuning

432 HZ tuning
432Hz music being tuned to the harmony frequencies of our body’s biochemical processes sustains and activates the healing process. At the so-called frequency of the universe, numerous psychophysical benefits are associated .. we can define it as a “healing power”. Sound waves, in fact, modify body characteristics such as breathing, heartbeat, sweating, brainwaves and neuro-endocrine response, stimulating the balance and relaxation of the mind and body.

Chakra
432HZ Chakra

 

WHY MUSIC AT 432 HZ RECONNECT US WITH CREATE

The 432 Hz music not only produces a more beautiful and enveloping sound but we find it in the environment that surrounds us and in our body. In fact, a central DO of the piano tuned to the frequency of 440 Hz is 261.262 Hz, while pitched at 432 is 256 HZ. With the 432 Hz tuning if we move towards the lower and lower octaves we will find a 128 Hz DO, one at 64 Hz, one at 32 Hz, one at 16 Hz and one at 8 Hz. For the principle of harmonics according to which multiples and submultiples of that frequency are added to a produced sound, also the Do’s of the other octaves will begin to vibrate for “sympathy”, naturally resonating the frequency of 8Hz.

The power of 432 Hz lies precisely in the fact of producing the frequency of 8 Hz:
The vibrational frequency of hydrogen, which is 90% of our body and is the most widespread compound in the universe, is 8Hz. So with 432 Hz music we vibrate to the intrinsic vibration of matter;
The fundamental “beating” of the planet, known as “Schumann resonance” is about 8 Hz: it is the global electromagnetic resonance in the cavity that is between the Earth’s surface and the ionosphere. So if we are crossed by 8 Hz we reconnect and amplify the natural vibration to which we belong and therefore defend us from the extraneous vibrations produced by the electromagnetic fields of the electrical and electronic devices that surround us;
The pineal gland is activated directly by the frequency of 8 Hz, stimulating healing, the slowing down of aging, the production of anti-tumor substances, improving sleep and accelerating the evolution of consciousness;
The melatonin under 8 Hz induces the mitotic replication of DNA, strengthening the repair of DNA damage due to old age and even regeneration;
The frequency of replication of the double helix human DNA is 8 Hz. A team of Italian American researchers led by biologist Carlo Ventura and physicist James Gimzewski have shown that DNA vibrates at a certain frequency during its replication. So the DNA if crossed by this frequency avoids producing the cellular damages that are at the base of the tumor cells;
The frequency of the brain’s Alpha waves in which the cerebral hemispheres are synchronized to work together in the same way, receiving the maximum information flow is 8 Hz;
The hippocampus, area of ​​the limbic brain used for memory functions, survival and spatial navigation, resonates at a frequency of 8 Hz. The malfunction of this area is linked to Alzheimer’s, memory deficits, dyspraxia and other diseases;
The subsonic healing frequency emitted by dolphins and whales is 8 Hz;
The Merovingians, the Templars, the Lotus, the Infinite, the I Ching, all have the symbol of 8.
The 8 Hz are able to increase the predisposition to learn, inducing us to theta mode, a brain state that leads us to be creative and to have deep insights of a scientific, mystical or behavioral nature. The neocortex of the brain is awakened in this synchronization and the result is a harmonic compensation of the nervous system that generates relaxation and release from stress and increases mental faculties.

432 HZ tuning

432HZ

Diapason
Diapason

Prima di passare a spiegare cosa sia la frequenza a 432 Hertz spero che alla fine dell’articolo troviate la voglia di approfondire indipendentemente la ricerca di questo argomento, quindi è necessario acquisire qualche informazione più dettagliata circa la “soppressione” di informazioni specifiche riguardanti la musica in generale, cominciando proprio dallo strumento di base della misura: il Diapason. Sebbene questo sia uno strumento molto noto, sia ai neofiti musicisti che ai non musicisti, esso è praticamente uno sconosciuto, per cui è bene ricordare di cosa si tratta e il perché della sua importanza in questa rivoluzione sonora. Il termine Diapason ha diversi significati, ma più comunemente indica uno strumento, che se percosso, è in grado di generare una nota standard, che oscilla alla precisa frequenza di 440 Hz(herz). Frequenza che oggi viene adottata per l’accordatura standard di tutti gli strumenti musicali elettronici, che vengono messi in commercio.

E’ anche uno strumento utilizzato in medicina, per effettuare diversi esami acustici. Piccoli diapason sono inoltre stati utilizzati per la generazione di frequenze fisse, in alcuni sistemi di sicurezza, come ad esempio quelli dei treni sulle nostre reti ferroviarie. I greci invece utilizzavano il termine diapason per indicare quella che oggi è definita ottava, ovvero l’intervallo compreso tra una nota e l’altra di frequenza doppia. L’etimologia del termine deriva proprio dal greco “dià pasòn”, e significa esattamente: attraverso tutte (le note). Perciò, prima di incominciare ad accordare il nostro strumento dovremmo comprendere che il Diapason è innanzitutto uno strumento scientifico. O almeno dovrebbe!

Il cosiddetto “diapason scientifico”, fu approvato all’unanimità al congresso dei musicisti italiani del 1881, e proposto dai fisici Sauveur, Meerens, Savart, e dagli scienziati italiani Montanelli e Grassi Landi, ed era calcolato su un DO centrale di 256 cicli al secondo. La “corsa all’acuto” iniziò invece con l’adozione unilaterale di un LA più alto (a 440 Hz) da parte delle bande militari russe ed austriache, ai tempi di Wagner. Tale diapason fu accettato per convenzione a Londra nel 1939, senza addurre alcuna giustificazione scientifica, e da lì in poi tutti vi si uniformarono.

Ciò che è stato fatto, dunque, è una deliberata alterazione delle frequenze, che ha portato conseguentemente ad una forzata incrinatura nelle armonie musicali. Perché ciò è stato fatto? Potrebbe trattarsi di una semplice scelta dettata dal gusto, oppure resta la possibilità che ci siano delle motivazioni nascoste.

La scienza oggi ci dice che nell’Universo tutto è energia in vibrazione. Il ritmo vibratorio di un oggetto, compreso il corpo umano, si chiama “risonanza”, mentre un suono è “la vibrazione di un corpo elastico, che si trasmette all’elemento circostante (aria), e si propaga vibrando per simpatia, non solo con gli strumenti della stessa nota, ma anche con multipli e sottomultipli della sua frequenza”. In base a quanto detto finora, è possibile ipotizzare che la disarmonia dettata da un diapason troppo acuto, possa essere una delle cause dei tanti comportamenti antisociali presenti nella nostra società. Basti pensare che circa il 99% delle produzioni musicali che ascoltiamo giornalmente attraverso i media, nei supporti fonografici (CD/DVD) e in rete, hanno di base un’accordatura a 440 Hz.

Graham H. Jackson, musicista e insegnante di formazione “steineriana”, ha speso la maggior parte della sua vita alla ricerca delle basi spirituali dell’armonia. Nel suo libro “The Spiritual Basis of Musical Harmony”, Graham racconta la vita e le esperienze della “sacerdotessa del tuning” Maria Renold. Maria era impegnata in una ricerca e sperimentazione basata sullo studio delle differenti accordature, e dei relativi effetti oggettivi riscontrabili sul pubblico. La musicista racconta che quando il suo pianoforte era intonato a 432 Hz, gli astanti osservavano non solo un incremento della ricchezza del timbro e della qualità del tono, ma anche che il suono sembrava provenire da alcuni punti imprecisati al centro della stanza, piuttosto che dal pianoforte stesso. Si fa così riferimento al famoso “libero tono eterico”, spesso citato da Rudolf Steiner. Una sorta di armonica addizionale, che opererebbe in risonanza con lo strumento.

Durante alcune sperimentazioni musicali, Maria Renold rilevò inoltre che attraverso la normale intonazione standard basata su un LA a 440 Hz, gli ascoltatori presenti nella stanza cominciavano ad assumere comportamenti polemici ed antisociali. Quando invece l’intonazione era a 432 Hz, le stesse persone, nuovamente invitate ad ascoltare il medesimo brano, rimanevano questa volta piacevolmente colpite. Per oltre vent’anni la Renold, intervistando e testando più di duemila persone, ebbe modo di constatare che oltre il 90% dei soggetti, preferiva a priori il tono più basso, formato da una normale scala basata su un DO a 256 Hz e su un LA a 432 Hz.

Oggi, finalmente i musicisti elettronici di tutto il mondo, si stanno scambiando le informazioni necessarie, che uniscono la teoria musicale dei Frattali con il tuning a 432 Hz, in modo da poter incominciare a comporre la loro musica in modo coerente e in armonia con il cuore umano (battiti cardiaci), la doppia elica del DNA (frequenza di replicazione), la sincronizzazione bi-emisferica del cervello, la frequenza fondamentale della risonanza di Schumann, e la geometria musicale della “creazione”.

I NAZISTI AVEVANO SCOPERTO CHE 440 HZ STIMOLA L’AGGRESSIVITA’

Laurent Rosenfeld ha scritto l’articolo “Come i nazisti hanno rovinato l’accordatura musicale“, pubblicato nel numero di settembre 1988 della rivista Executive Intelligence Review. Rosenfeld ha notato che è stata Radio Berlino, portavoce del ministro della propaganda nazista Joseph Goebbels, che ha organizzato una conferenza nel 1939 per sollecitare lo standard a 440 hertz. Questa conferenza ha posto le basi per la decisione del 1955 di fissare ufficialmente tale standard.

Goebbels aveva già fatto approvare tale accordatura come standard per la Germania, ma era già diffusa ai tempi delle bande militari del periodo wagneriano. Secondo alcuni studiosi la scelta dei 440 hz era frutto di ricerche in cui era emerso che 432 hz generalmente rilassavano gli animi, mentre 440 hz erano in grado di scatenare reazioni maggiormente violente tra le truppe di soldati.

432 Hertz

Per mezzo dell’accordatura del LA a 432 si arriva ad un Do di 256Hz, e all’interno di questa scala 8 Hz diventano il 27° sopratono di DO.  Per il principio delle armoniche secondo cui a un suono prodotto si aggiungono multipli e sottomultipli di quella frequenza, anche i Do delle altre ottave cominceranno a vibrare per “simpatia”, facendo risuonare naturalmente la frequenza di 8Hz.

8 HZ ALLA BASE DELLA VITA

  • 8Hz è il “battito” fondamentale del pianeta, noto come “risonanza fondamentale di cavità Schumann”;
  • 8 Hz è la frequenza su cui opera la molecola del DMT, una sostanza allucinogena prodotta dalla nostra ghiandola pineale;
  • 8 Hz sono la frequenza di replicazione del DNA umano e 8 Hz sono anche il ritmo delle onde Alfa del cervello nella quale i nostri “processori paralleli”, o bi-emisferi cerebrali, sono sincronizzati per lavorare insieme;
  • Dalle leggi di Keplero si sa che l’arrangiamento planetario del nostro sistema solare segue la scala di sintonia DO a 256 Hz, e questi ultimi sono persino un’ottava all’interno del Frattale Triangolare di Sierpinski.

8 HZ E RISVEGLIO DELLE FACOLTA’ UMANE

Ananda Bosman afferma che la neocorteccia, per il 90% “non assegnata”, viene risvegliata in questa sincronizzazione, operando in tutti i dentriti delle cellule con il flusso massimo di informazioni per quella scala. Le onde di consapevolezza “ordinarie” variano da 14 a 40 Hz. In questo range operano solamente alcuni dentriti delle cellule del cervello che utilizzano prevalentemente l’emisfero sinistro come centro di attività, dove il flusso di informazioni è miliardi di volte più debole. Un po’ come quando si utilizza un vecchio processore 386 comparato ad un Pentium di ultimissima generazione. In altri termini, a 8 Hz ognuno di noi potrebbe operare esattamente come un super-computer come spiegato in Il potere degli 8Hz – Sviluppo facoltà e percezioni eccezionali.

432 HZ: L’ACCORDATURA NATURALE, DA MOZART AI PINK FLOYD

Moltissimi ricercatori e musicisti hanno sperimentato tale beneficio tanto da sostenere con vigore che l’Accordatura Naturale è data solo sincronizzandosi sul LA a 432Hz. Questa frequenza già appartenuta al passato dell’uomo (vedi strumenti antichi greci ed egizi) è stata sostituita dal comune La 440Hz nel 1953 a Londra (dopo il tentativo del ministro della propaganda nazista Joseph Goebbels, nel 1939, di ottenere lo stesso risultato).

Molti sono i sostenitori della cosidetta accordatura aurea: da Mozart ai Pink

Mick Jagger
Mick Jagger

Floyd  a Mick Jagger, cantante dei Rolling Stones a livello internazionale, mentre in Italia da Ananda Bosman, Flavia Vallega, Andrea Doria a Riccardo Tristano Tuis. Fu sostenuta anche da Verdi, e in tempi più recenti da Pavarotti e Placido Domingo.

Giuseppe Verdi in una lettera del 1884, indirizzata alla commissione musicale del governo italiano, che non ebbe successo nel suo tentativo, parlava

Giuseppe Verdi
Giuseppe Verdi

di una riduzione che anche lui avrebbe visto di buon grado e cioè dal corista “normale” di 435Hz ad un corista di 432Hz, scrivendo al riguardo una frase di notevole importanza: “per esigenze matematiche“.

Maria Renold (1917 – 2003) nella sua interessante opera dal titolo: “Intervals, Scales, Tones and the Concert pich C 128Hz”, in cui con dati di grande fascino e ricchezza scientifica delucida in termini pitagorici tra altre informazioni vitali il 128Hz e il 432Hz conducendo il lettore ai frutti delle sue pluriennali ricerche, indicando l’importanza del LA 432Hz.

In concerti eseguiti con strumenti accordati sul La a 440 hz gli ascoltatori assumevano atteggiamenti polemici, antisociali. Ma gli stessi ascoltatori, invitati a riascoltare lo stesso concerto, stavolta eseguito con strumenti regolati su un La a 432 hz, acquistavano un atteggiamento positivo, se non entusiasta.
Non solo, 9 ascoltatori su 10 apprezzavano di più il secondo concerto, pur non sapendo indicare il motivo.

LA MUSICA A 432HZ GUARISCE

Molti medici e studiosi asseriscono che il motivo per cui una parte del corpo si ammala è perché la relativa frequenza si è alterata e, conseguentemente, il corpo vibra in modo disarmonico. L’essere in salute, secondo questi scienziati, è un vibrare all’unisono in modo armonico. Se si conosce la corretta frequenza di risonanza di un organo sano e la si proietta sulla parte malata, l’organo può tornare alla sua frequenza normale e quindi guarire. Se, al contrario, si proietta una frequenza disarmonica su un corpo sano, questo si ammala.

432 HZ tuning
432 HZ tuning

La musica a 432Hz essendo accordata sulle frequenze di armonia dei processi biochimici del nostro corpo sostiene e attiva il processo di guarigione. Alla cosiddetta frequenza dell’universo, vengono associati numerosi benefici psicofisici.. possiamo definirlo un “potere curativo“. Le onde sonore, infatti, modificano le caratteristiche corporee quali la respirazione, il battito del cuore, la sudorazione, le onde cerebrali e la risposta neuro-endocrina, stimolando l’equilibrio ed il rilassamento della mente e del corpo.

Chakra
Chakra

PERCHE’ LA MUSICA A 432 HZ CI RICONNETTE CON IL CREATO

La musica a 432 Hz non solo produce un suono più bello e avvolgente ma la ritroviamo nell’ambiente che ci circonda e nel nostro corpo. Infatti, un DO centrale del pianoforte intonato sulla frequenza di 440 hz è 261,262 hz, mentre intonato a 432 è 256 HZ. Con l’accordatura a 432 Hz se ci spostiamo verso le ottave sempre più basse arriveremo a trovare un DO a 128 Hz, uno a 64 Hz, uno a 32 Hz, uno a 16 Hz ed uno a 8 Hz. Per il principio delle armoniche secondo cui a un suono prodotto si aggiungono multipli e sottomultipli di quella frequenza, anche i Do delle altre ottave cominceranno a vibrare per “simpatia”, facendo risuonare naturalmente la frequenza di 8Hz.

Il potere dei 432 Hz sta proprio nel fatto di produrre la frequenza di 8 Hz:

  • La frequenza vibrazionale dell’idrogeno, che costituisce il 90% del nostro corpo ed è il composto più diffuso nell’universo, è di 8Hz. Quindi con la musica a 432 Hz vibriamo alla vibrazione intrinseca della materia;
  • Il “battito” fondamentale del pianeta, noto come “risonanza Schumann” è di circa 8 Hz: è la risonanza elettromagnetica globale nella cavità che si trova tra la superficie terrestre e la ionosfera. Quindi se siamo attraversati dagli 8 Hz ci riconnettiamo ed amplifichiamo la vibrazione naturale a cui apparteniamo e quindi ci difende dalle vibrazioni estranee prodotte dai campi elettromagnetici dei dispositivi elettrici ed elettronici che ci circondano;
  • La ghiandola pineale è attivata direttamente dalla frequenza di 8 Hz, stimolando la guarigione, il rallentamento dell’invecchiamento, la produzione di sostanze anti-tumorali, migliorando il sonno e accelerando l’evoluzione di coscienza;
  • La melatonina sottoposta ad 8 Hz induce la replicazione mitosica del DNA, rafforzando la riparazione del danno del DNA dovuto alla vecchiaia e, perfino, la rigenerazione;
  • La frequenza di replicazione della doppia elica DNA umano è di 8 Hz. Un team di ricercatori italoamericani guidati dal biologo Carlo Ventura e dal fisico James Gimzewski hanno dimostrato che il DNA vibra ad una certa frequenza durante la sua replicazione. Quindi il DNA se attraversato da questa frequenza evita di produrre i danni cellulari che sono alla base delle cellule tumorali;
  • La frequenza delle onde Alfa del cervello nella quale gli emisferi cerebrali sono sincronizzati per lavorare insieme in maniera uguale ricevendo il massimo flusso di informazioni è di 8 Hz;
  • L’ippocampo, zona del cervello limbico adibita alle funzioni della memoria, sopravvivenza e navigazione spaziale, risuona alla frequenza di 8 Hz. Il malfunzionamento di questa zona è legato ad Alzheimer, deficit di memoria, disprassia e altre patologie;
  • La frequenza subsonica di guarigione emessa dai delfini e dalle balene è proprio di 8 Hz;
  • I Merovingi, i Templari, il Loto, l’Infinito, l’ I Ching, tutti hanno il simbolo dell’8.

Gli 8 Hz sono in grado di aumentare la predisposizione ad imparare, inducendoci al theta mode, uno stato cerebrale che ci porta ad essere creativi e ad avere profonde intuizioni di natura scientifica, mistica o comportamentale. La neocorteccia del cervello viene risvegliata in questa sincronizzazione ed il risultato è una armonica compensazione del sistema nervoso che genera rilassamento e liberazione da stress ed aumenta le facoltà mentali.